Cuore di ghiaccio

Un Librogame distopico e dinamico

Edizioni Librarsi Release date:13-11-2019

Codice Isbn: 9788894295962

Target:

dai 10 anni

Recensione

Cosa sono i libri game? Chi come me ha vissuto gli anni ’80 non ha certo bisogno di una spiegazione. Quello era il tempo de “I signori delle tenebre”, dei faccia a faccia de “La valle dei sogni” e delle partite a quattro.

Tra le più interessanti realtà legate alla lettura non lineare, abbiamo ritrovato Edizioni Librarsi, da qualche anno attenta ai libri tradizionalmente definiti da bivi, scelte e interattività. All’interno del catalogo proposto, infatti, troviamo i Fantasygame, “opere narrative che permettono di partecipare alla storia attraverso le scelte al termine dei paragrafi. A ognuna di esse corrisponde il numero di paragrafo con cui proseguire la lettura.” Una metodologia ardita e ben calibrata, che consente al lettore di creare la propria avventura attraverso decisioni ed eventuali ripensamenti. Una storia disegnata sulle sensazioni, i desideri e le paure del lettore.

Oggi, nello specifico, ho deciso di portare alla ribalta “Cuore di Ghiaccio” una splendida opera di Dave Morris, qui tradotto da Fabio Accurso e Costanza Garibaldi. Il racconto, posto tra il distopico ed il fantasy, narra la Terra del ventiquattresimo secolo, dominata da ghiacci perenni. Sull’orlo di una possibile estinzione, l’unica speranza è il Cuore di Volent, un misterioso meteorite; chi riuscirà a trovarlo avrà il potere di generare una nuova realtà… ma raggiungere l’obiettivo non sarà così facile.

Strutturato dal suo autore in maniera avvincente e dinamica, la narrazione ci porta tra cunicoli oscuri, macchine futuristiche e inquiete location, in cui, impersonificando il nostro personaggio scelto, dovremo assicurarci gomma e matita per appuntarci gli oggetti raccolti durante l’avventura, le parole chiave e il denaro a disposizione. Infatti, proprio poco prima di dare inizio a questa straordinaria avventura il giocatore…pardon, il lettore dovrà scegliere un personaggio proposto o costruirsene uno alternativo, decidendo di donare lui quattro abilità, che di certo saranno utili durante la lettura.

A dare completezza al libro, inoltre, sento di dover dare risalto all’arte pittorica di Mattia Simone, autore della sovra-copertina post apocalittica, perfetta nel donare un immediato riscontro iconografico alla narrazione, come e (permettetemi di dire) più di Russ Nicholson, forse troppo legato a clichè passatisti.




Loris Gualdi


Le recensioni di Librimanet




Scheda: